Scelgo Conte!

Nuovo fondo UE per la pesca: ecco cosa cambia

In commissione Pesca al Parlamento europeo, dove svolgo il ruolo di coordinatrice per Identità e democrazia, ieri è stato dato il via libera al regolamento del FEAMPA, il nuovo fondo Ue per la pesca, in merito al quale sono stata “relatrice ombra” per conto del gruppo. 

Si tratta di un testo complessivamente bilanciato tra quelle che sono le istanze ambientali, fortemente difese dalla Commissione e parte del Parlamento, e quelle sociali ed economiche portate avanti da noi del gruppo della Lega in particolare. Purtroppo non mancano alcune ombre, soprattutto per la presenza di tecnicismi e rigidità che rischiano di complicarne l’applicazione da parte degli Stati membri. 

Tra gli elementi che abbiamo più contestato ci sono la riduzione del budget complessivo che da 829 milioni a 727 milioni e il fatto sia stata prevista la possibilità di aiuti aggiuntivi in caso di crisi sanitaria (ossia al di là del budget complessivo stanziato).

Vi confesso che è stato un lavoro lungo e particolarmente complesso. Come relatrice per il gruppo ID ho partecipato a tutti i tavoli negoziali e con il mio staff abbiamo preparato più di 90 incontri tecnici per poter arrivare ad un risultato sostanzialmente buono.

Per quanto mi riguarda sono comunque soddisfatta dei compromessi raggiunti e degli emendamenti che la Lega ha sostenuto e fatto approvare a sostegno delle specificità della nostra pesca.

Ecco in dettaglio i punti principali di questo regolamento.

– Arresto temporaneo e definitivo: i pescatori possono ricevere compensazioni per l’arresto temporaneo o per la demolizione o il disarmo di una nave. Siamo riusciti a mantenere il cofinanziamento per l’arresto definitivo al 50%, tutelando al contempo le peculiarità della piccola pesca artigianale italiana. Inoltre, abbiamo ottenuto una estensione del periodo di supporto in caso di arresto temporaneo, che potrà essere concesso a nave o singolo pescatore fino a un massimo di 12 mesi, contro i 6 attuali.

Investimenti che portano al potenziamento della capacità: il futuro FEAMPA sosterrà gli investimenti per i pescherecci fino a 24 metri e di età superiore a 10 anni anche se questo porterà a un aumento della stazza lorda ai fini della sicurezza, delle condizioni di lavoro e dell’efficienza energetica. Questo è un emendamento su cui abbiamo particolarmente insistito in fase di negoziato e che permetterà alle nostre imbarcazioni di essere rinnovate a condizione che non sia aumentata la capacità di pesca della singola imbarcazione. Nel caso in cui ci fosse un aumento della capacità di pesca questa deve essere compensata con il ritiro della stessa capacità di un peschereccio appartenente allo stesso segmento di pesca o di un segmento in cui lo stock è in sofferenza

 

– Primo acquisto di pescherecci: i giovani pescatori (ovvero i pescatori al di sotto del 41esimo anno di età. Limite molto difeso da noi in fase negoziale) possono acquistare piccoli pescherecci di tre anni o pescherecci di cinque anni fino a 24 metri. Purtroppo il supporto del FEAMPA sarà solo del 40%

Ammissibilità delle domande: solo gli operatori che hanno commesso gravi infrazioni non potranno presentare domanda 

Promozione del dialogo sociale: grazie a un nostro emendamento, il regolamento prevede un chiaro riferimento alla promozione del dialogo sociale

Strumenti assicurativi e finanziari ad hoc: come ho ribadito in diversi miei interventi e atti al Parlamento europeo, tra cui il mio report legislativo “Le conseguenze dell’aumento della temperatura delle acque marine per gli stock ittici e per la pesca”, i pescatori sono esposti a rischi economici e ambientali crescenti. Ecco perché il FEAMPA, grazie proprio a un emendamento FORTEMENTE SOSTENUTO DA ME e dalla Lega, sosterrà azioni che rafforzano la resilienza del settore della pesca, anche attraverso fondi di mutualizzazione, strumenti assicurativi o altri sistemi collettivi che rafforzino la capacità del settore di gestire i rischi e rispondere agli eventi avversi. Tale supporto potrà essere erogato anche per i singoli pescatori, non necessariamente associati. Inoltre, abbiamo ottenuto un supporto ad hoc per i pescatori in caso di eventi che portano a perturbazione dei mercati

– Supporto e semplificazione per piccola pesca artigianale: il futuro FEAMPA attribuisce particolare importanza alle esigenze dei piccoli operatori e delle PMI. Molti articoli sono infatti stati riservati unicamente alla piccola pesca artigianale. Nell’effettuare l’analisi della situazione in termini di punti di forza, debolezza, opportunità e minacce del settore della pesca (SWOT analysis), gli Stati membri dovranno tenere conto delle esigenze specifiche della pesca artigianale e attuare azioni mirate a tali esigenze, comprese misure di semplificazione, come i moduli di domanda semplificati            

Supporto per marine litter: investimenti in porti o altre infrastrutture per fornire adeguate strutture di raccolta per attrezzi da pesca smarriti e rifiuti marini raccolti dal mare  

Supporto all’acquacoltura: le PMI riceveranno un aumento del tasso di intensità degli aiuti e il sostegno avverrà tramite sovvenzioni o strumenti finanziari. Le sovvenzioni dirette verrebbero concesse alle PMI nel settore della trasformazione, mentre le società più grandi sarebbero sostenute tramite strumenti finanziari

Supporto per l’immagazzinamento: saranno concessi in caso di eventi eccezionali che generino una significativa perturbazione dei mercati. Inoltre, in tali casi, gli operatori del settore della pesca e dell’acquacoltura saranno compensati per il mancato guadagno o per i costi aggiuntivi. Ciò è particolarmente importante in crisi come quella che i settori ittici sperimentano oggi con il Covid